Scarica il modulo di iscrizione

Concorso di scrittura “COMPLETA IL RACCONTO”
Tema: l’ambiente

Scuole Primarie e Scuole Secondarie di 1° grado – Provincia di Lecco. Scadenza 31.01.20

 

L’Associazione COE
nell’ambito del progetto Green School promosso da AsPEM,
finanziato da AICS – Agenzia Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo

 propone il

concorso di scrittura
COMPLETA IL RACCONTO

Categoria:
Scuole Primarie (classi IV e V)
Scuole Secondarie di primo grado
della Provincia di Lecco

REGOLAMENTO
Il concorso è rivolto agli studenti della Provincia di Lecco che dovranno completare un racconto iniziato da uno scrittore per ragazzi. Per questa prima edizione lo scrittore è Dino Ticli.
Il tema, ispirato ai valori del COE e del suo fondatore, Don Francesco Pedretti, sarà quest’anno: l’ambiente.
L’incipit del racconto è disponibile in fondo a questa pagina o in versione pdf.

PARTECIPANTI
Possono concorrere tutti gli studenti Scuole Primarie (classi IV e V) Scuole Secondarie di primo grado.

TESTO DA ELABORARE
Il racconto deve avere una lunghezza massima di 5000 battute e può essere corredato anche da illustrazioni, da consegnare in formato digitale .jpg di buona risoluzione.

SELEZIONE D’ISTITUTO
I docenti di ciascuna scuola procederanno alla selezione degli elaborati migliori (max 5 per classe) che parteciperanno alla selezione finale. Gli elaborati scelti andranno inviati insieme ai dati personali del docente.

CONSEGNA E SCADENZA
La consegna del racconto dovrà avvenire entro il 31 gennaio 2020 via posta elettronica a:

concorso.completailracconto@coeweb.org

Dovrà essere corredata dal MODULO di PARTECIPAZIONE (scaricalo qui) compilato e firmato in tutte le sue parti.
Modulo e racconto vanno inviati come allegati distinti in formato .doc o .rtf; in caso contrario non saranno accettati.

GIURIA
La giuria procederà alla selezione dei racconti migliori: primo, secondo e terzo classificato per la scuola primaria e primo, secondo e terzo classificato per la scuola secondaria di primo grado.
La giuria si riserva inoltre la possibilità di individuare e segnalare altre opere meritevoli.
I nominativi dei finalisti e dei segnalati saranno disponibili sul sito www.coeweb.org.

PREMI
I lavori premiati dalla Giuria verranno pubblicati sul notiziario dell’Associazione COE, che verrà presentato il giorno della premiazione.
I primi 3 classificati verranno premiati con:

Scuola Primaria

  • 1° Classificato:

Un buono libri dell’importo di 50 euro.
Un buono merenda valido per tre persone da utilizzare presso la Pasticceria Passoni di Barzio.
Il libro E tu chi sei? L’Okapi di Dino Ticli con le illustrazioni di Gianni Cella (Bellavite Editore 2017).
Un piccolo Okapi di legno, artigianato della R.D. Congo.

  • 2° Classificato:

Un buono libri dell’importo di 30 euro.
Il libro E tu chi sei? L’Okapi di Dino Ticli con le illustrazioni di Gianni Cella (Bellavite Editore 2017).
Un piccolo Okapi di legno, artigianato della R.D. Congo

3° Classificato:

Un buono libri dell’importo di 25 euro.
Il libro E tu chi sei? L’Okapi di Dino Ticli con le illustrazioni di Gianni Cella (Bellavite Editore 2017).
Un piccolo Okapi di legno, artigianato della R.D. Congo.

Scuola Secondaria di primo grado

  • 1° Classificato:

Un buono libri dell’importo di 50 euro.
Un buono merenda valido per tre persone da utilizzare presso la Pasticceria Passoni di Barzio.
Il libro E tu chi sei? L’Okapi di Dino Ticli con le illustrazioni di Gianni Cella (Bellavite Editore 2017).
Un piccolo Okapi di legno, artigianato della R.D. Congo.

2° Classificato:

Un buono libri dell’importo di 30 euro.
Il libro E tu chi sei? L’Okapi di Dino Ticli con le illustrazioni di Gianni Cella (Bellavite Editore 2017).
Un piccolo Okapi di legno, artigianato della R.D. Congo.

3° Classificato:

Un buono libri dell’importo di 25 euro.
Il libro E tu chi sei? L’Okapi di Dino Ticli con le illustrazioni di Gianni Cella (Bellavite Editore 2017).
Un piccolo Okapi di legno, artigianato della R.D. Congo.

Un riconoscimento verrà riservato agli insegnanti dei vincitori grazie a Carozzi Formaggi Valsassina.

PREMIAZIONE
La premiazione è prevista per sabato 4 aprile 2020 alle ore 10.30 a Lecco (il luogo verrà comunicato sul sito dell’Ass. COE).

Un tappo di plastica
di Dino Ticli

La giornata di Marco non era iniziata nel migliore dei modi: lo avevano svegliato nel pieno della notte – così aveva gridato a sua madre che lo aveva buttato giù dal letto alle sette del mattino -, aveva bisticciato con sua sorella e si era ustionato la bocca con il latte troppo caldo.
Tutto perché quella mattina i suoi genitori avevano programmato di passare una giornata al mare. E oltretutto lui non ne aveva nessuna voglia.
Tenne il muso per tutto il viaggio, finché le parole di suo padre non lo convinsero forzatamente: “O la smetti subito di fare il musone e l’attaccabrighe, o te lo scordi il completo di calcio che tanto desideri”.
Adesso se ne stava disteso sulla spiaggia, sperando di riprendere sonno.
– Marco! Vieni a vedere! – lo chiamò però sua sorella Lucia.
Alzarsi per andare ad ascoltare le scemenze di quella rompiscatole? Nemmeno per idea: aveva promesso di non bisticciare, non di assecondarla!
– Marco, devi vedere anche tu! Qui c’è un tappo che cammina!
“A quella il sole fa male alla testa: si è mai sentita una simile sciocchezza?” pensò, senza muovere un muscolo.
– Se non vuoi venire, te lo porto io!
Marco si mise seduto, pronto a dirgliene di tutti i colori, ma Lucia aveva la faccia serissima e trasportava qualcosa nella sua paletta di plastica.
– Oh santo cielo! – esclamò Marco, osservando un tappo di plastica bianca che si muoveva e dal quale spuntavano delle zampette marroni. – Allora non stavi raccontando bugie… ma che cos’è?
Fu il papà a risolvere il mistero: – Si tratta di un paguro, un piccolo crostaceo che normalmente cerca conchiglie vuote come abitazione: questo ha trovato comodo anche un tappo di plastica. Forse ce ne sono così tanti in giro che non ha avuto problemi a trovarne uno adatto per lui.
Marco si alzò in piedi e osservò la spiaggia su cui stava prendendo il sole. Prima non ci aveva fatto caso ma adesso che guardava con più attenzione, si accorse che tanti piccoli frammenti di plastica di ogni colore non rendevano più allegra la spiaggia, ma triste e ripugnante.
– Papà, è una vera schifezza! Bisogna fare qualcosa per questo paguro e per tutti gli altri animali marini.

AUTORIZZAZIONE AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI E PUBBLICAZIONE

Con la partecipazione al concorso l’autore autorizza l’uso dei propri dati personali ai sensi del Regolamento UE 2016/679; della legge 675/96; dichiara di essere l’autore dell’elaborato inviato; dichiara che il proprio elaborato è inedito; autorizza, a titolo gratuito, una eventuale pubblicazione del testo inviato. Tali autorizzazioni e dichiarazioni dovranno essere rilasciate da chi ne ha la patria potestà.

La partecipazione implica l’accettazione di tutte le norme del presente bando.