Storia

Storia

Nata alla fine degli anni ’50 dalla passione educativa e creatività di Don Francesco Pedretti – sacerdote ambrosiano –, l’Associazione COE inizia la sua storia in Valsassina. Da qui l’esperienza prosegue poi in diverse località italiane e dagli anni ’70 nel mondo grazie al lavoro di numerosi volontari internazionali impegnati nei progetti in Camerun, R.D. Congo, Zambia e poi Cile, Giappone, Ecuador, Guatemala… fino ad arrivare alla Papua Nuova.

Per saperne di più, il libro pubblicato dal COE in occasione del 50º:

Libro 50 copertina

A cura di Anna Pozzi con Barbara Cattaneo

COE cinquant’anni e oltre
Edizioni COE, Barzio 2009

L’Associazione Centro Orientamento Educativo – COE, fondata da Don Francesco Pedretti, nasce nel 1959 ed opera per lo sviluppo di una cultura del dialogo e della solidarietà. Nel 1974 è riconosciuta ONG idonea alla cooperazione internazionale, è iscritta all’elenco delle OSC (Organizzazioni della Società Civile) dell’Agenzia della Cooperazione Internazionale ed è ONLUS. In Italia, il COE promuove progetti ed interventi di Educazione alla Cittadinanza Mondiale; organizza dal 1991 a Milano il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina e promuove film, musica, mostre e spettacoli di autori e artisti dei tre continenti. È impegnato in attività di promozione del volontariato nazionale ed internazionale; il COE inoltre accoglie i giovani del Servizio Civile in Italia e all’estero (18-29 anni).
È presente a Barzio LC, Lecco, Esino Lario LC, Milano, Saronno VA, Santa Caterina Valfurva SO, Roma.
Dal 1974 membro della FOCSIV – Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario.
Sostiene progetti in Camerun, R.D. Congo, Bangladesh e Guatemala nei settori dell’educazione, della formazione, della sanità, della cultura, della valorizzazione delle risorse naturali locali, dell’agricoltura e della sicurezza alimentare.
Il 19 Marzo 2016 il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella ha visitato la sede di Mbamayo, in occasione della sua Visita di Stato in Camerun. Vedi qui il resoconto della visita.

Le tappe

16 Dicembre 1959

Costituzione a Milano dell’Associazione Centro Orientamento Educativo – COE

 

Anni ’60

In Valsassina, Valfurva, Val Cavargna, Val D’Ossola esperienza comunitaria degli educatori e servizio a tempo pieno per i ragazzi nella scuola materna e media e negli oratori; viaggi esplorativi in Camerun e in Zambia.

 

Anni ’70

Continuazione dell’attività educativa in Italia; preparazione dei primi volontari e avvio dei primi progetti in Camerun; riconoscimento MAE (Ministero Affari Esteri) di idoneità alla cooperazione con i paesi in via di sviluppo; adesione a FOCSIV – Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario.

 

Anni ’80

Avvio di nuovi progetti di sviluppo in Camerun, RD Congo, Kenya, Nigeria, Guinea Bissau, Venezuela, Ecuador, Cile e Zambia e sostegno alla realizzazione di numerosi piccoli progetti in tanti altri paesi; attenzione al dialogo interculturale e all’educazione alla mondialità; in Giappone, avvio di un’esperienza di incontro e di dialogo.

 

Anni ’90

Promozione del dialogo interculturale e dell’educazione alla mondialità; avvio del Festival del Cinema Africano a Milano; formazione dell’équipe di Medicina Tradizionale; inaugurazione della Galleria Artemondo a Saronno; avvio di progetti in India, Bangladesh, Papua Nuova Guinea; formazione degli Animatori Interculturali.

 

Anni 2000

Ampliamento dell’orizzonte del Festival a Milano che si chiamerà Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina; nuovi progetti in Argentina e Colombia, Camerun; Repubblica Democratica del Congo; in Zambia e Papua Nuova Guinea; e Bangladesh.

 

Anni 2010

Sviluppo e gestione di progetti esistenti in una prospettiva di sostenibilità; passaggio alle controparti locali di esperienze consolidate ed auto-sostenibili; nuovi progetti in Guatemala, Camerun, Repubblica Democratica del Congo e Italia.