Sara Munari

Sara Munari


Sara Munari nasce a Milano nel 1972. Vive a Lecco. Studia fotografia all’Isfav di Padova dove si diploma come fotografa professionista. Apre, nel 2001, LA STAZIONE FOTOGRAFICA, studio e galleria per esposizioni fotografiche e corsi, nel quale svolge la sua attività di fotografa. A Milano è docente di Storia della Fotografia e di Comunicazione Visiva presso l’Istituto Italiano di Fotografia e di Reportage presso Obiettivo Reporter; collabora con l’Università Cattolica per alcune pubblicazioni. Dal 2005 al 2008 è direttore artistico di LECCOIMMAGIFESTIVAL per il quale organizza mostre di grandi della fotografia italiana e giovani autori di tutta Europa. Progetta e conduce workshop con artisti di rilievo nel panorama nazionale. Nel 2008 partecipa al premio San Fedele. Espone in Italia e in Europa presso gallerie e musei d’arte contemporanea. è inserita nell’Archivio Nazionale di Fotografia di Castellanza e nell’archivio dell’Università Tor Vergata di Roma. Nel 2009 esce il suo primo libro Oceano India, nel 2011 il secondo, Non solo badanti. Nel 2013 in formato digitale esce Di treni, di sassi e di vento con EMUSE. È giurata e lettrice portfolio in premi e festival nazionali. Ottiene premi e riconoscimenti a livello nazionale. Vince nel 2010 il Premio Roberto del Carlo, Luccadigitalphotofest. Dal 2011 collabora con Obiettivo Reporter. Nel 2013 entra nel collettivo Synap(see). Nel 2013 il progetto I delfini dormono con gli occhi aperti è stato selezionato come Miglior Portfolio al Festival di Fotografia Europea a Reggio Emilia ed entra nella shortlist della Magnum Foundation per fotografi emergenti. Nello stesso anno vince nuovamente il premio internazionale Roberto del Carlo indetto da Photolux; nel 2014 partecipa con PPP al Festival Internazionale di Fotografia Boutographie. SI DIVERTE CON LA FOTOGRAFIA, LA AMA E LA RISPETTA.


Visita il sito internet